Riflessioni di viaggio

Su quale aereo voleró?

 

Il disastro del volo Ethiopian da Addis Abeba a Nairobi (dopo quello avvenuto in Indonesia) é una ferita ancora aperta. La Boing ha visto crollare le sue azioni in borsa e cancellare gli ordini del nuovissimo Boing 737 Max a seguito di quei 2 incidenti avvenuti a breve distanza di tempo.

Quindi i fatti recenti di cronaca spingono anche i più temerari e spensierati a farsi qualche domanda.

E soprattutto una, che risponde ad un dubbio che attanaglia di solito proprio mentre stiamo salendo la scaletta di accesso al velivolo: che tipo di aereo sará mai questo?

DOVE RITROVARE QUESTE INFORMAZIONI

Occhio dunque alla carta di imbarco: qui é riportato il numero del volo (ad es. EZY4298) e con quello su vari motori di ricerca é possibile risalire alle specifiche dell’aereo. Le normative europee infatti impongono che i passeggeri abbiano questo tipo di informazione.

Su FlightRadar24 (anche app), uno dei più completi, le informazioni che si possono scoprire sono tantissime. Tipo di aeromobile, velocità massima, età di registrazione, ma anche tracciabilitá della rotta in tempo reale. Dati utilissimi ad esempio se un vostro caro vi sta aspettando all’aeroporto o semplicemente vuole sapere se siete arrivati a destinazione.

COSA NON É DATO SAPERE

Tutto molto bello, certo, ma quando é stata effettuato l’ultima revisione o ogni quanto vengono effettuati i controlli?  Certo esistono enti preposti al controllo (Enac) che rilasciano certificazioni di idoneitá senza le quali nessun aereo é autorizzato a volare. Ma al passeggero il mondo della manutenzione rimane ancora precluso. A quando una maggiore trasparenza?

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.