Spagna

Ibiza, le spiagge imperdibili

E’ opinione condivisa che il miglior modo per scoprire e capire il mondo sia il viaggio. E soprattutto viaggiare è indispensabile per sfatare alcuni luoghi comuni.

Certo, devo ammettere che durante l’organizzazione del viaggio a Ibiza qualche dubbio mi abbia assalito. Non saró troppo “adulta” per Ibiza? In fondo, quest’isola delle Baleari, a soli 120 km dalle coste della Spagna, è conosciuta per lo più quale meta del divertimento, dell’eccesso e delle notti folli di migliaia di ragazzi che da tutta Europa arrivano qui in estate, come facevano tanti anni fa orde di pirati, che la prendevano d’assalto per depredarne la sua risorsa più importante, il sale. Oggi il sale ha lasciato il posto ai chiringuiti, alle discoteche, ai pub.

 

ciringuito
On the beach, il nostro chiriguito preferito di Ibiza

 

Ma è in primavera che Eivissa (questo il suo nome in catalano) dà il meglio di sé. Come una bella donna, si lascia scoprire lentamente e concede i suoi favori solo a pochi eletti.

Per viverla fino in fondo, occorre noleggiare un’auto e attraversarla in lungo e in largo. L’isola non è molto estesa, avendo una superficie di soli 571 kmq, e anche se sulla cartina le distanze sembrano maggiori, per raggiungere il nord dall’aeroporto (situato non lontano da Platja d’en Bossa) si percorrono solo 60 km.

Io ho soggiornato in 3 punti diversi dell’isola, scoprendo così in una settimana, le spiagge più suggestive, capaci ancora di regalare un’immagine da cartolina.

Lasciatevi alle spalle Platja d’en Bossa e dall’aeroporto puntate direttamente ad Est.  Volete un buon motivo per non scegliere la spiaggia più comoda? Ve ne dó almeno 6.

 

Cala Nova

Si trova nella costa Est dell’isola. Poco lontana da Santa Elulaia del Rio, su questa spiaggia si affaccia solo una struttura alberghiera.

Platja Nova
Platja Nova si trova a pochi kilometri da Santa Eularia

 

Se passate da queste parti non dovete perdervi il mercatino Hippy di Las Dalias, ogni sabato a San Carles de Peralta.

 

Hippy market
Il mercato Hippy di San Carles, non lontano da Santa Eularia. Si tiene ogni sabato dalle 10 fino alle 19.

 

Platja Es Figueral

Cercate un posticino appartato nel lato sinistro della spiaggia, nel punto in cui vedrete il granito sbucare dalle acque trasparenti.

Es Figueral
Es Figueral è unita alle altre spiagge della costa orientale da un percorso trekking

 

Cala Sant Vicent

La mia spiaggia preferita sulla costa orientale. Ritagliatevi una pausa in questo angolo di Paradiso, sorseggiando acqua di cocco all’ On the beach, il ciringuito che mi è entrato nel cuore.

 

Sant Vicent beach ibiza

 

Sant Vicent
La spiaggia di Sant Vicent si raggiunge solo con un percorso tortuoso in collina, ma ne vale la pena!

 

Per scoprire la costa occidentale, meglio dirigersi verso la Baia di S. Antonio, il primo “insediamento” urbano dell’isola che ne tradisce lo sfruttamento irrispettoso. A sud ecco le spiagge da non perdere.

 

Cala Comte

Proprio di fronte all’Isola dei Conigli (Sa Conillera) questa spettacolare spiaggia offre sabbia dorata e acque cristalline.

Cala Comte
Cala Comte, sulla costa occidentale di Ibiza

 

Cala Tarida

Questa è la spiaggia più chic di Ibiza, qui si affacciano alcune ville di lusso e le strutture alberghiere sono limitate.

 

Cala Trida
Cala Tarida in una giornata di mare mosso

 

Cala Salada

A circa 4 chilometri a Nord di Sant’Antonio, la località più “depredata” e snaturata dell’isola, siamo riusciti a trovare la spiaggia più selvaggia. Qui potrete gustare un ottimo mohito preparato da alcuni ragazzi molto intraprendenti, mentre assisterete al defilé di avvenenti ragazze desiderose di vendere i loro vestiti.

 

Cala Salada
Cala Salada, vi si arriva attraverso un sentiero impervio

 

Il mio consiglio? Visitate Ibiza, ma non nei mesi estivi. Non la riconoscereste.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.