• Spagna

    Playa Es Trenc: tornare a Maiorca solo per lei

    Jack London nel lontano 1904 pubblicó un romanzo destinato a diventare celebre in tutto il mondo “Il richiamo della foresta”. Storia di un lupo che dopo anni passati a contatto con l’uomo e le sue brutalità, decide di tornare a vivere tra i suoi simili nella foresta. Forse molti lo ricorderanno con il titolo della trasposizione cinematografica “Zanna Bianca”. Vi starete chiedendo cosa c’entri tutto questo. Arrivo al punto. C’é qui sente il richiamo della foresta e chi quello del mare. Eccomi, presente! E proprio per questo motivo dopo neppure un anno sono tornata a Maiorca, che insieme a Minorca, Ibiza e Formentera forma l’arcipelago delle Baleari. Maiorca non é…

  • Spagna

    Visita all’ Alhambra, consigli pratici

      Basterebbe solo la visita all’Alhambra a giustificare un viaggio a Granada, tanto questa complesso architettonico e naturalistico lascia il visitatore a bocca aperta. UN PÓ DI STORIA Le sue origini  risalgono all’anno 889 , quando non era altro che una piccola fortezza. Il progetto originario venne poi ingrandito durante il regno dei Mori, che lo arricchirono costruendo un palazzo e una cinta di difesa. Nel  1333 Yusuf I, Sultano di Granada, ne fece il suo palazzo reale. Dopodiché nel 1492 i regnanti cattolici Ferdinando II d’Aragona e Isabella di Castiglia lo rimaneggiarono secondo il gusto rinascimentale. Il rosso delle mura (Alhambra in arabo vuol dire proprio “la Rossa”) ,…

  • Spagna

    Granada, profumo di fiori d’arancio…

      Se dovessi  trovare una parola , una sola, per descrivere Granada, questa parola sarebbe “profumo”. Ed in particolare “profumo di fiori d’arancio”, un’avvolgente e delicata essenza che mi accoglie e mi avvolge di magia. Dopo secoli, tra i vicoli di Granada riecheggiano ancora le eco di racconti pieni di suggestione. COME ARRIVARE A GRANADA Non ci sono aerei che raggiungono direttamente la città dall’Italia. Si deve quindi arrivare a Malaga con Easy Jet o Ryanair. Se non avete come me noleggiato un’auto, sappiate che dalla stazione degli autobus, proprio accanto a quella dei treni Maria Zambrano, parte ogni circa 30 minuti un bus che in un paio d’ ore…

  • Europa,  Spagna

    La Cittá della Scienza a Valencia

    Se avete programmato una visita a Valencia, non dovrete assolutamente perdervi la Città della Scienza, opera magna di Santiago Calatrava. Raggiungerla dal centro città è molto semplice ed economico con i mezzi pubblici. Da Plaza de l’Ayuntamiento prendete il bus A1 (il biglietto costa 1.50€), che vi lascerà proprio di fronte all’ingresso. Davanti a voi  350.000 mq dedicati all’arte, alla scienza e alla natura. Qui troverete:  l’Oceanografico, il più grande acquario d’Europa, anche se chiamarlo acquario è davvero riduttivo, perché è più una vera e propria città sottomarina     Il Museo della Scienza, museo interattivo dove imparare divertendosi L’Agorà, spazio per eventi ed esposizioni l’Hemispheric, con un IMAX DOME…

  • Spagna

    Valencia:dove, come, quando

      In Spagna esiste una città che rivela come nessun’altra l’estro creativo degli Spagnoli. Questa città è Valencia e questi sono i nostri consigli per viverla appieno. COME RAGGIUNGERE IL CENTRO Raggiungere il centro città dall’aeroporto è molto semplice. Agli Arrivi, sempre rimanendo in aeroporto, svoltate a sinistra e raggiungerete l’ingresso della metro. Fate il biglietto (al costo di 2.30€) oppure un carnet da 10 al costo di 21€. Vi basterà perché Valencia è una città da scoprire a piedi, in bicicletta, grazie alla capillare rete di piste ciclabili, o per lunghe distanze in bus (più conveniente della metro).     DOVE DORMIRE A VALENCIA L’hotel dove alloggio è l’Hostal…

  • Spagna

    Ibiza, le spiagge imperdibili

    E’ opinione condivisa che il miglior modo per scoprire e capire il mondo sia il viaggio. E soprattutto viaggiare è indispensabile per sfatare alcuni luoghi comuni. Certo, devo ammettere che durante l’organizzazione del viaggio a Ibiza qualche dubbio mi abbia assalito. Non saró troppo “adulta” per Ibiza? In fondo, quest’isola delle Baleari, a soli 120 km dalle coste della Spagna, è conosciuta per lo più quale meta del divertimento, dell’eccesso e delle notti folli di migliaia di ragazzi che da tutta Europa arrivano qui in estate, come facevano tanti anni fa orde di pirati, che la prendevano d’assalto per depredarne la sua risorsa più importante, il sale. Oggi il sale ha…

  • Spagna

    Cimitero di Barcellona, sulla collina di Montjuic

       L’accostamento sembrerà certamente azzardato, ma trovo un certo nesso tra fotografia e cimiteri. Non sono in fin dei conti entrambi “mezzi” atti a conservare, a ricordare, a lasciare una testimonianza di qualcosa o qualcuno per sempre, nella storia? Ho deciso quindi, dopo aver letto diversi articoli prima della mia partenza per Barcellona in merito, di andare a visitare il cimitero di Montjuic. Aperto nel 1883, deve il suo nome alla montagna omonima, un luogo incantevole affacciato sul mare, che regala a questo luogo sacro un fascino speciale. Il cimitero è immenso ( 56 ettari di terra e 150.000 tombe!), per cui sarà impossibile visitarlo tutto. Se arrivate dall’ingresso principale…