• Scozia

    Edimburgo, cosa non dovete perdervi

      Fare un viaggio a Edimburgo è come fare un salto dentro ad una fiaba. L’atmosfera magica della città, avvolta da un alone di mistero, vi farà girovagare in lungo e in largo e quando sarà il momento di andarvene, lo farete con l’impressione di non aver visto abbastanza e il fervente desiderio di tornare. Arrivo a Edimburgo da Milano con il volo della Easy Jet , è luglio, la temperatura è paragonabile alla nostra primavera, ma sono già fortunata che non piova. Raggiungere il centro città dall’aeroporto è molto semplice con i mezzi di trasporto locali: con l’autobus Airlink 100 che vi lascia alla stazione di Waverley (accanto al Waverley Bridge) in…

  • Dublin
    Irlanda

    Dublino e dintorni, consigli per un insolito fine settimana

      Ho visitato DUBLINO ad Ottobre 2015. Se non hai fatto l’Erasmus o hai più di 30 anni, quasi sicuramente non hai mai visitato Dublino, ed io, che appartengo ad entrambe le categorie, decido di approfittare di un’offerta Ryan Air partendo di venerdì e tornando di lunedì. Il volo di ritorno del lunedì mattina è previsto di buonora, intorno alle 7, prima che gli autobus diventino operativi, quindi prima di partire cerco un’auto a noleggio con Rentalcars.com. Il prezzo è conveniente, più o meno 40€ con Europcar. All’arrivo in aeroporto, il mini bus di cortesia mi porta all’autonoleggio, sbrigo le formalità d’obbligo e poi si parte. La prima tappa è l’hotel dove pernotterò…

  • Spagna

    Cimitero di Barcellona, sulla collina di Montjuic

       L’accostamento sembrerà certamente azzardato, ma trovo un certo nesso tra fotografia e cimiteri. Non sono in fin dei conti entrambi “mezzi” atti a conservare, a ricordare, a lasciare una testimonianza di qualcosa o qualcuno per sempre, nella storia? Ho deciso quindi, dopo aver letto diversi articoli prima della mia partenza per Barcellona in merito, di andare a visitare il cimitero di Montjuic. Aperto nel 1883, deve il suo nome alla montagna omonima, un luogo incantevole affacciato sul mare, che regala a questo luogo sacro un fascino speciale. Il cimitero è immenso ( 56 ettari di terra e 150.000 tombe!), per cui sarà impossibile visitarlo tutto. Se arrivate dall’ingresso principale…

  • Scozia

    I Kelpies, una buona ragione per andare a Falkirk.

      A Falkirk, in quel meraviglioso paese che risponde al nome di Scozia, esiste una scultura (anzi due) che in pochi conoscono, ma che non possono non attrarre l’attenzione del viaggiatore portato a seguire i sentieri meno battuti dal turismo. Stiamo parlando dei Kelpies. Ma cos’ è un “kelpie”? E’ uno spirito dell’acqua mutaforme che vive nei laghi scozzesi, spesso descritto con le sembianze di un cavallo. Questa immagine calza  a pennello con le monumentali sculture che si trovano alle chiuse del canale di Forth e Clyde all’Helix Park. I cavalli inoltre sono un omaggio a  quelli che spingevano le chiatte lungo i canali , prima che le imbarcazioni motorizzate diventassero di uso comune.…

  • Irlanda

    Howth e Portmarnock – il volto romantico dell’Irlanda

    Sulla strada per Portmarnock, mi fermo a Howth. Questo è un villaggio di pescatori dall’atmofera ancora autentica. Il cielo è plumbeo, ma le nuvole non fanno che aumentare il fascino romantico e un po’ struggente del posto. Faccio una passeggiata lungo tutta la banchina del porto, fino al faro. Da qui la vista sulla baia è un incanto. Arrivo in hotel, che si trova in una posizione ideale, praticamente di fronte alla spiaggia vicino ad una delle sue estremità. Non vedo l’ora di fare una passeggiata sull’ampio arenile che ho intravisto dalla strada.   Sono le 5 e ho la fortuna di vedere spuntare da dietro le nuvole il sole. Sulla spiaggia non c’è…

  • Irlanda

    Perchè non perdersi la Guinness Storehouse a Dublino

    Non si può passare per Dublino senza una visita alla Guinness Storehouse, una delle attrazioni più visitate d’Irlanda. L’indirizzo? St. James Gate, Dublin 8. Il biglietto costa 18€, vi consiglio di prenotare su Internet, avrete uno sconto del 10% e non dovrete fare la coda. E’ domenica mattina e seguo il solito rituale, recandomi alla stazione di Adamstown. Il parcheggio è stranamente vuoto, perché la domenica gli orari dei treno sono diversi, ma di questo mi rendo conto solo una volta lì. Allora non ho altra scelta se non raggiungere il centro in auto. Sono un po’ preoccupata per il traffico, ma la domenica mattina è senz’altro un buon momento,…

  • Portogallo

    Algarve – perchè scegliere le spiagge del Portogallo

    Questo nuova avventura in ALGARVE, la zona costiera a sud del Portogallo, ha inzio alla Stazione Centrale di MILANO da dove raggiungerò l’aeroporto di Malpensa. Di solito arrivo in aeroporto in bus con il Malpensa Shuttle oppure con Terravision, il secondo al costo di 8€ contro i 10€ del primo (dove però è attivo il wifi free a bordo). Questa volta invece parto dal Binario 3 con il Malpensa Express . Il treno parte ogni 30 minuti e raggiunge il Terminal 1 in 50 minuti al costo di 12€. Opto per questa soluzione perché, avendo una tessera IOVIAGGIO, non comporterà costi aggiuntivi. Dall’Italia non ci sono voli diretti per FARO e quindi farò scalo all’aeroporto di…

  • Portogallo

    Lagos e dintorni fino a Ponta de Piedad

    DATA DEL VIAGGIO GIUGNO 2016 Lagos è sicuramente tra tutte le località dell’Algarve quella da mettere in cima alla lista dei MUST SEE. La cittadina mi catapulta immediatamente in un’atmosfera ovattata, con le sue stradine lastricate, la piazzetta di un candore abbacinante e con le casette colorate, alcune con le pareti ricoperte dalle azulejos, le tipiche piastrelle di ceramica lucida il cui colore principale è l’azzurro. Qui però l’edificio più immortalato dai fotografi è di colore verde smeraldo.                             Mi riporta subito alla mente Trinidad a Cuba, certo Lagos è più estesa, più “moderna”, più mondana, ma sorniona e splendente…

  • Faro, Portugal
    Portogallo

    Praia de Faro – un buon motivo per visitarla

    Sono appena atterrata all’aeroporto di Faro. Non resisto e mi dirigo subito a PRAIA DE FARO. Situato su una scheggia di terra alle spalle dell’aeroporto, la spiaggia merita certamente una visita. L’accesso avviene attraverso una strada ad una corsia. Accanto stanno costruendo una passerrella di legno. Arrivati all'”isola” percorro un tratto  che è lungo meno di 3 km. Giro a sinistra dopo il ponte e percorro la strada fino in fondo. Da entrambi i lati, una serie di casette e piccole palazzine. Comunque, nulla che superi i 2 piani di altezza. Alla fine della strada inizia la parte interessante. Proseguo costeggiando l’Oceano e arrivo alla spiaggia, che si estende per più di 16 km. Continuo a tenermi lontano dal centro e proseguo.…